Regolamento Blockchain

Sep 09, 2019

Che cosa è Blockchain?

Blockchain è una tecnologia creata nel 2009 dal mitizzato creatore Satoshi Nakamoto. Il termine Blockchain stesso descrive parzialmente i compiti che questa tecnologia risolve, che significa letteralmente "catena di blocchi". E non solo una catena. Mantiene una rigorosa sequenza di azioni e un sistema di relazioni. Allo stesso tempo, per scrivere un nuovo blocco, è necessario leggere in sequenza le informazioni sui vecchi blocchi.

Quando parliamo di "regolamentazione" nel contesto della criptovaluta, molto probabilmente si riferisce ai seguenti concetti di base:

Inoltre ci sono regole riguardanti l'emissione e la negoziazione di titoli. I regolamenti in caso di titoli hanno lo scopo di proteggere gli investitori e garantire che i fondi siano utilizzati per lo scopo previsto (e per scopi legittimi). Il KYC e le regole sono state create per verificare l'identità dei clienti e valutare i rischi del loro uso di relazioni commerciali per contrastare il riciclaggio di denaro o altre attività illegali.Le regole di KYC e sono di solito obbligatorie per tutte le banche e le istituzioni finanziarie, anche se questo varia da paese a paese. In 2018, la maggior parte delle società e degli scambi crittografici ha compiuto sforzi minimi per stabilire la vera identità dei propri clienti. Questo schema doveva essere cambiato rapidamente. Considerando che le società crittografiche capiscono che devono seguire l'esperienza KYC e AML per evitare potenziali repressioni normative.

Adozione di massa Blockchain

Nonostante questo desiderio di rendere blockchain il più libero possibile, affinché possa essere ampiamente distribuito in una determinata comunità di investimenti, ci deve essere un certo grado di adattamento con i modi tradizionali di investire introducendo la sua regolamentazione. L'adozione massiccia di blockchain è dovuta all'elevato grado di protezione contro gli attacchi degli hacker, che è incorporato nel sistema blockchain stesso, in cui non esiste un singolo server, è possibile controllare le transazioni da qualsiasi membro della comunità. Inoltre, blockchain, come tecnologia, ha portato alla possibilità di trasferire valori senza confini tra i partecipanti e modi innovativi per attrarre capitali o investimenti in progetti promettenti. Un altro motivo per l'adozione massiccia di blockchain è che il numero di utenti di Internet mobili nel mondo sta crescendo bruscamente.

Perché abbiamo bisogno di una regolamentazione blockchain?

Tuttavia, c'è un altro lato ad esso: criptovaluta è usato come il principale scambio di valori per le attività illegali, e le persone stanno ingannando un investitore ignorante con .

Prima di tutto, esiste una regolamentazione blockchain per proteggere gli investitori dalle frodi. Lo standard normativo fornisce un certo livello di protezione per un investitore inesperto. Tuttavia, l'imposizione di restrizioni su chi può investire in titoli non registrati esaurisce significativamente il numero di potenziali investitori, il che causa disagi per i progetti onesti, ma pone anche ostacoli alla raccolta di fondi per società cattive o addirittura fraudolente. Il rafforzamento della regolamentazione ridurrà il rischio di investimento della blockchain e aumenterà gli investimenti istituzionali.

Integrazione con il mondo reale

Attualmente, molte autorità statali stanno valutando la possibilità di utilizzare la tecnologia blockchain per archiviare e scambiare documenti con l'intestazione “Per uso ufficiale” e “top secret”. Alcuni lo stanno già usando. Emirati Arabi Uniti, Svizzera, Malta, Svezia in particolare.

Analizzando l'attuale tasso di avanzamento della tecnologia blockchain, si può tranquillamente presumere che entro il 2030 almeno il 60% dei potenziali consumatori intraprenderebbe il percorso di adozione diffusa sia nel settore pubblico che in quello privato dell'economia globale. Questo diventerebbe parte della nostra vita quotidiana. I prossimi anni sarebbero cruciali per il trionfo della blockchain. È noto che l'istruzione è diventata l'attività principale dei sostenitori della blockchain. L'istruzione di tutte le sezioni (pubblico in generale e imprenditori) mostrerebbe il risultato desiderato.

Vantaggi della regolamentazione blockchain

La regolamentazione, eliminando l'anonimato degli utenti, impedisce la possibilità di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo, che è il compito principale della regolamentazione in relazione alle valute virtuali. I regolatori hanno un ruolo di riduzione per quanto riguarda la sicurezza.

Le reti blockchain stesse sono solitamente molto sicure e possono eliminare la vulnerabilità di una singola azienda che controlla le transazioni. La regolamentazione della blockchain stabilirà meccanismi simili a quelli utilizzati dalle borse per prevenire un crollo del mercato, quando un calo dei prezzi delle azioni potrebbe essere praticamente impossibile da implementare attraverso libri mastri distribuiti.

Regolamentazione Blockchain negli Stati Uniti

Le reazioni normative alle nuove tecnologie negli Stati Uniti a livello federale, e la blockchain in particolare, vanno dal nervosismo e dal sospetto di intenti criminali all'indifferenza. Il Congresso ha tenuto un totale di sette audizioni su blockchain e valute digitali, tutte da 2013 a 2017. A partire dall'impatto delle valute virtuali sulla protezione delle piccole e medie imprese, dalla sicurezza nazionale all'impatto delle tecnologie innovative e delle minacce alla sicurezza informatica. In totale, sono state proposte due leggi federali blockchain relative alle valute virtuali, la Legge sulla protezione e la moratoria sul protocollo di criptovaluta e la legge sulla protezione del mercato online 2014. Anche queste fatture erano tutt'altro che rivoluzionarie: hanno proposto una moratoria di cinque anni sulla regolamentazione federale e statale delle criptovalute.

Governi degli Stati Uniti

In 2017, senza molta attenzione dei media, l'Arizona ha rapidamente approvato un disegno di legge che riconosce i record blockchain, modificando la legislazione esistente sui record elettronici. L'Arizona House Bill 2417, introdotto il 6 febbraio 2017, ha approvato entrambe le camere statali ed è stato firmato per legge il 29 marzo 2017.

Nel 2018, il disegno di legge è stato approvato al Senato dello Stato di Washington che incoraggia lo sviluppo di libri distribuiti e tecnologia blockchain. Il disegno di legge prevede il riconoscimento legale delle firme digitali durante il controllo delle blockchain.

Lo stato del Wyoming ha anche proposto un disegno di legge che consentirebbe l'emissione di certificati azionari tokenizzati utilizzando la tecnologia blockchain. Bill mira a chiarire la legalità delle risorse digitali e consentire l'archiviazione delle risorse digitali attraverso le banche.

Ad oggi, la California non ha fatto alcun tentativo di regolamentare ulteriormente la blockchain o le valute digitali.

Alle Hawaii, il 25 gennaio 2017, è stato presentato un progetto di legge “Act on Economic Development”. Questo disegno di legge istituisce un " gruppo di lavoro composto da rappresentanti del settore pubblico e privato per studiare, formare e promuovere le migliori pratiche nell'implementazione della tecnologia blockchain” a beneficio delle imprese locali, dei residenti e dello stato delle Hawaii.”

A marzo 21, 2017, la Camera dei Rappresentanti dell'Illinois ha adottato una risoluzione congiunta della Camera dei rappresentanti 25, in base alla quale è stata creata una task force per esplorare i benefici della blockchain per i record del governo locale.

Gli eventi più importanti per la regolamentazione e l'implementazione della blockchain in contesto probatorio si sono verificati in Arizona (riconoscimento di contratti intelligenti), Vermont (blockchain come prova), Chicago (registri immobiliari) e, soprattutto, in Delaware (in attesa di iniziative delle società Delaware sotto forma di blockchain). Poiché include il 64 per cento delle aziende Fortune 500 e più di 1 milione di persone giuridiche, l'adozione di un'iniziativa del Delaware cambierà il quadro normativo per i titoli, stabilendo un precedente nella più importante giurisdizione aziendale degli Stati Uniti.

in Europa

Oggi, la principale priorità dell'Europa in relazione alle tecnologie blockchain è la creazione di un quadro normativo chiaro. E ' necessario determinare lo status giuridico di gettoni, ordine di attività scambi criptovaluta nello spazio europeo. Avere un quadro giuridico chiaro rafforzerà la fiducia delle banche. La creazione di un'unica piattaforma deliberativa è un passo essenziale verso l'attuazione dei compiti stabiliti dalle autorità europee. In particolare, l'UE ha assunto una posizione ferma sulla privacy dei dati, implementando regole severe che hanno notevoli implicazioni per la blockchain.

Il regolamento generale " Sulla protezione dei dati (GDPR)", entrato in vigore il 25 maggio 2019, ha lo scopo di armonizzare gli sforzi di protezione dei dati nell'UE.

Le autorità di Zagabria cercano di introdurre la tecnologia blockchain e integrarla nelle attività quotidiane dello stato, in particolare nella protezione dei documenti riservati e nel monitoraggio dei processi aziendali delle imprese locali. La tecnologia Blockchain è stata identificata come un mezzo sicuro per archiviare documenti ufficiali e certificati digitali.

Il 4 luglio 2018 segna un giorno storico per Malta, poiché il Parlamento di Malta ha approvato ufficialmente le leggi 3, stabilendo il primo quadro normativo per blockchain, criptovaluta e DLT (distributed accounting technology). Ciò rende Malta il primo paese al mondo a fornire un insieme ufficiale di regole per gli operatori in blockchain, criptovaluta e spazio DLT.

in Asia

Fino a poco tempo fa, i paesi del Medio Oriente utilizzavano l'approccio “business first, regulation – later”, in cui le agenzie governative consentivano alle aziende blockchain di operare senza restrizioni. Ma da quando i cryptoterms sono esplosi, i paesi dell'Asia orientale hanno iniziato a sottoporre le blockchain sotto il controllo delle autorità di regolamentazione. L'Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti stanno lanciando la criptovaluta interbancaria ufficiale. Al momento, il progetto è in fase sperimentale e non ci sono praticamente informazioni a riguardo. Il loro obiettivo in questa fase per gli esperimenti è quello di ottenere una migliore comprensione delle implicazioni della tecnologia Blockchain per facilitare i pagamenti transfrontalieri.

Mentre la Cina era una volta considerata un rifugio internazionale per le cripto-conversioni, questo è cambiato radicalmente in 2017 quando la National Bank of China ha vietato le offerte iniziali di monete del paese (ICO), inviando un chiaro segnale che gli scambi di criptovaluta nella loro forma attuale non sarebbero stati tollerati. La Corea del Sud ha seguito, sebbene la tecnologia blockchain sia solitamente incoraggiata entro i suoi confini, le ICO interne sono state bandite per il prossimo futuro.

Singapore ha una serie di esempi che si dichiarano orgogliosamente sostenitori della blockchain. Uno in particolare si è distinto per me: di proprietà del governo di Singapore, Temasek Holdings e Singapore Stock Exchange hanno investito in una piattaforma che consente di raccogliere fondi attraverso le offerte di token di sicurezza. STO è, infatti, la tokenizzazione delle risorse e Singapore fa una grande dichiarazione nella sua posizione per l'integrazione basata su blockchain.Il servizio pubblico di Singapore può anche assumere blockchain per controllare il track record del fornitore sul portale di e-procurement del governo GeBiz di Singapore, monitorare i passaggi di carriera dei dipendenti governativi e i processi di audit. Il progetto Ubin-un altro notevole esempio della partecipazione di Singapore all'adozione della tecnologia blockchain.

Recentemente, la comunità blockchain della Corea del Sud è fiorita. Mentre il governo sta guardando favorevolmente alla tecnologia blockchain, deve ancora determinare la sua posizione sugli aspetti legali e normativi del finanziamento e del trading di criptovaluta, lasciando incerto il mercato sudcoreano. Inoltre, gli ICO interni sono proibiti.

Il Giappone è stato uno dei primi paesi al mondo a riconoscere bitcoin come valuta e ha rilasciato licenze per lo scambio di criptovaluta alle imprese che cercano la classificazione ufficiale in conformità con la legge. Allo stesso tempo, i regolatori giapponesi hanno limitato la loro valutazione delle cripto-conversioni esclusivamente a Bitcoin e al momento non sono pronti a coprire altre imprese che operano sulla blockchain.

in Russia

La legge federale n. 161 del 27 giugno 2011 (”Sul sistema di pagamento nazionale") definisce la moneta elettronica. Si noti che è consentito eseguire operazioni di regolamento senza necessariamente aprire un conto in una banca. Criptovaluta non può essere un analogo, dal momento che non ha una vera sicurezza in contanti. Anche il suo utilizzo come mezzo di pagamento non è definito dalla legge.Legge che regola qualsiasi azione con criptovaluta sul territorio della Russia può essere adottata nei prossimi giorni, fino alla fine di giugno 2019 dalla Duma di Stato della Federazione Russa

In conclusione

Può sembrare che ci sia più disaccordo tra regolatori ed esperti del settore che unità su come lo spazio dovrebbe evolversi. Tuttavia, questo dovrebbe cambiare nel prossimo futuro, poiché la blockchain diventerebbe una tecnologia importante riconosciuta a livello internazionale per le aziende che cercano di collegare i puntini in un mondo sempre più globalizzante.

banner-image banner-image

Le migliori aziende

  • HitBTC Exchanges
  • LOBSTR Wallets
  • Cash App Wallets
  • Bitbank Exchanges
  • Nanopool Mining